A Venezia la musica suona contemporanea

Dal 17 al 26 settembre si svolgerà a Venezia il Festival della Biennale Musica, giunto alla sua 65ma edizione. Diretto dalla compositrice Lucia Ronchetti e intitolato Choruses – Drammaturgie vocali, l’evento indagherà in modo particolare il ruolo della voce nella creatività contemporanea. Concerti, installazioni sonore, performance, happening animeranno il calendario della manifestazione, con un occhio di riguardo a quei compositori che proprio alla scrittura vocale - cantata, gridata, sussurrata, rielaborata, sola o accompagnata - puntano come veicolo di sperimentazione.
All’interno della vasta proposta internazionale - tra i tanti, premiata con il Leone d’oro Musica 2021, la compositrice finlandese Kaija Saariaho - la musica italiana sarà rappresentata da Luca Francesconi, con Herzstück, un lavoro per ensemble vocale composto per i Neue Vocalsolisten, Leone d’Argento in questa edizione, Francesco Filidei, con la prima assoluta Tutto in una volta, ispirata a una poesia di Nanni Balestrini, e Sylvano Bussotti, classe 1931, del quale verrà messo in scena l’happening vocale Per 24 voci adulte o bianche (1967), con testi tratti da Jacopone da Todi, Michelangelo, Baudelaire, D’Annunzio, Rilke, Adorno.
Tra gli appuntamenti in programma anche tre opere commissionate dalla Biennale: il concerto a sei voci e musica elettronica Amo 2020 dell’artista multimediale George Lewis, ispirato ad Anthony William Amo, il primo filosofo di origine africana, l’opera processionale di Marta Gentilucci Moving still – processional crossings, un percorso itinerante tra le calle e i campi della città lagunare, e Il viaggio della voce per voci registrate, della sound artist Christina Kubisch, composizione site specific attesa nella cornice della Cappella Marciana della Basilica di San Marco.
Gli incontri si svolgeranno in diversi luoghi storici, per una Biennale ripensata in forma diffusa, integrati da altre iniziative, come il ciclo di lezioni sulla polifonia vocale veneziana condotto dal compositore e musicologo Giovanni Bietti, in collaborazione con Rai Radio 3.

Immagini tratte dal sito https://www.labiennale.org/it/musica/2021

logo-m21

 

Commenti

Dante rivisto

Rubriche

La parola del mese

a cura di Alessandro Masi

Estroverso

La parola del mese

Il termine è di origine latina (da extra-, “fuori”, e...

Sussurrare

La parola del mese

Il verbo latino susurro era una voce onomatopeica, cercava...

Canicola

La parola del mese

Il periodo più torrido dell’anno prende il nome dal termine...

Bibita

La parola del mese

Il termine viene dal latino bibere, così come i suoi ...

Paesaggi italiani

a cura di Lucilla Pizzoli

Paese

Paesaggi italiani

Se dovessimo pensare ad una definizione letteraria per...

CUPOLA

Paesaggi italiani

#PaesaggiUrbani #PaesaggiDaPreservare

Calanchi

Paesaggi italiani, Parole verdi

Cosa hanno in comune Civita di Bagnoregio, Matera, la...

Baia

Paesaggi italiani, Parole verdi

Oltre alle spiagge, le calette e le grotte, l’Italia vanta...

Gioca

Scopriamo insieme...

Gioca, Parole verdi

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Quanto ne sai delle...

Gioca

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Entra nella nostra community