La lingua delle forme

A Milano è stato recentemente aperto un nuovo spazio museale dove sono raccolti ed esposti i pezzi che hanno fatto la storia del design italiano: è il Museo dell’ADI Compasso d’oro, e prende il nome dal celebre premio che fu promosso dall’Associazione del Disegno Industriale e immaginato da Gio Ponti a metà degli anni 50.

La collezione permanente si chiama “Il cucchiaio e la città”, in omaggio a una celebre citazione di Ernesto Nathan Rogers che ragionava sulle incombenze di un architetto contemporaneo, e organizza la collezione storica del Premio, ripercorrendo sei decenni di storia del disegno industriale italiano e il contributo che ha dato all’elaborazione teorica e pratica della materia.

Insieme agli oggetti – oltre 2.000 tra utensili, mezzi di trasporto, arredamento d’interno, arredo urbano e molto altro – ci sono anche le parole: la comunicazione e la letteratura hanno infatti accompagnato e raccontato la crescita del disegno industriale italiano, attraverso articoli e approfondimenti pubblicati dalle riviste del settore, tra cui Stile industria, Edilizia moderna e così via. Ci sono anche citazioni scelte dei maestri, dei critici e degli intellettuali che del design si sono interessati.

L’italiano del design, tema al quale è stata anche dedicata la Settimana della lingua italiana nel mondo (edizione del 2016) emerge da questa raccolta come una lingua che cresce, si evolve, si apre alle contaminazioni e accompagna l’innovazione tecnologica. Una lingua, quella del disegno, che tra le sue parole-chiave ne conta in parte di storiche (per esempio forma, funzione, tecnica, creatività) e in parte innovate nella loro accezione, per adattarle all’uso specifico (come funzionale, linea, profilo). Altre, infine, sono quelle acquisite dalle altre lingue (comfort, imballaggio, assemblaggio)*.

*I riferimenti linguistici si devono ai lavori di Anna Siekiera (Il design italiano. L’italiano del design, con Elena Dellapiana, e Linguaggi tecnici del Novecento: l’italiano del design)

La foto è presa da www.adi-design.org

Commenti

Dante rivisto

Rubriche

La parola del mese

a cura di Alessandro Masi

Estroverso

La parola del mese

Il termine è di origine latina (da extra-, “fuori”, e...

Sussurrare

La parola del mese

Il verbo latino susurro era una voce onomatopeica, cercava...

Canicola

La parola del mese

Il periodo più torrido dell’anno prende il nome dal termine...

Bibita

La parola del mese

Il termine viene dal latino bibere, così come i suoi ...

Paesaggi italiani

a cura di Lucilla Pizzoli

Paese

Paesaggi italiani

Se dovessimo pensare ad una definizione letteraria per...

CUPOLA

Paesaggi italiani

#PaesaggiUrbani #PaesaggiDaPreservare

Calanchi

Paesaggi italiani, Parole verdi

Cosa hanno in comune Civita di Bagnoregio, Matera, la...

Baia

Paesaggi italiani, Parole verdi

Oltre alle spiagge, le calette e le grotte, l’Italia vanta...

Gioca

Scopriamo insieme...

Gioca, Parole verdi

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Quanto ne sai delle...

Gioca

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Entra nella nostra community