Notizie fresche fresche, di giornata!

Anche se lo leggiamo tutti i giorni, o quasi, magari sorseggiando un caffè, probabilmente non ci siamo mai interrogati sull’origine della parola giornale. Si tratta di un derivato dell’aggettivo latino diurnalem “giornaliero”, che oggi indica una “pubblicazione quotidiana per la diffusione di notizie politiche, economiche e di attualità”. Originariamente l’espressione completa era foglio o libro giornale e, nel significato più antico, indicava una sorta di “diario mercantile” in cui si annotavano i conti giorno per giorno, per poi passare ad essere un “fascicolo letterario pubblicato periodicamente” e infine “un quotidiano” nell’attuale accezione del termine. Il giornale murale era poi, negli anni Trenta del Novecento un “foglio di notizie politiche affisso ai muri”, il cui nome venne ripreso dall’espressione russa stennaja gazeta (anche abbreviata in stengazeta). Inoltre, è interessante sapere che, un tempo, la parola giornalista (importata nel Settecento dal francese journaliste) destò vari problemi di definizione, poiché veniva popolarmente usata per designare i “venditori di giornali”, ossia gli attuali giornalai. A proposito, così scrisse nel 1886 il lessicografo Giuseppe Rigutini, nella sua opera I neologismi buoni e cattivi più frequenti nell’uso odierno:

Giornalista è necessario accettarlo per Colui che suole scrivere nei giornali; per rispetto alla quale professione non dovrebbe dirsi Giornalista Il venditore di giornali, ma, come si dice a Firenze, Giornalaio”.

Restando in tema di parole nuove, ma arrivando alla contemporaneità, con l’avvento della stampa in digitale sono nate e si sono diffuse anche nella nostra lingua alcune espressioni strettamente connesse a questo nuovo strumento divulgativo, come clickbait e colonnino destro. Il clickbait deriva dai verbi inglesi to click “cliccare” e to bait “adescare”, unione che potremmo tradurre in “esca da click, acchiappaclick o acchiappavisualizzazioni”. Si tratta infatti di “un contenuto accattivante che adeschi l’utente affinché visiti pagine web, per aumentarne le rendite pubblicitarie”. Negli stessi giornali online troviamo spesso, nella parte destra della pagina, titoli curiosi, notizie inaspettate o contenuti video esilaranti: nasce da qui l’espressione colonnino destro, come sinonimo di “luogo in cui si collocano le notizie più leggere, disimpegnate, svaganti, divertenti”. Lo stesso luogo è tuttavia particolarmente a rischio bufale o fake news ossia “notizie false e costruite ad hoc per fare rumore e attirare lettori”. Infine, navigando tra abitudini linguistiche e accezioni che sono nate proprio tra le pagine dei giornali, ne troviamo alcune che abbiamo talmente apprezzato da averle diffuse nella quotidianità; per citarne solo alcune: esodo e controesodo nell'accezione di “partenza o il ritorno dalle vacanze estive” o la tipica esagerazione in campo meteorologico, che ritroviamo in espressioni come caldo africano, freddo siberiano, morsa del gelo, che rischiano di creare assuefazione rispetto ai cambiamenti climatici e sotto o sovrastimare l’impatto dell’emergenza ambientale. Quindi in conclusione: informatevi, divertitevi ma... navigate con prudenza!

Andrea.C.Fi Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0

Commenti

Dante rivisto

Rubriche

La parola del mese

a cura di Alessandro Masi

Canicola

La parola del mese

Il periodo più torrido dell’anno prende il nome dal termine...

Bibita

La parola del mese

Il termine viene dal latino bibere, così come i suoi ...

Stabilità

La parola del mese

La radice del termine è il verbo latino stare, che rimanda...

Pianeta

La parola del mese

L’origine del termine, come spesso capita per le parole di...

Paesaggi italiani

a cura di Lucilla Pizzoli

Paese

Paesaggi italiani

Se dovessimo pensare ad una definizione letteraria per...

CUPOLA

Paesaggi italiani

#PaesaggiUrbani #PaesaggiDaPreservare

Calanchi

Paesaggi italiani, Parole verdi

Cosa hanno in comune Civita di Bagnoregio, Matera, la...

Baia

Paesaggi italiani, Parole verdi

Oltre alle spiagge, le calette e le grotte, l’Italia vanta...

Gioca

Scopriamo insieme...

Gioca, Parole verdi

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Quanto ne sai delle...

Gioca

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Entra nella nostra community