Simpatia

Il termine proviene dal verbo greco pathein (“soffrire”) preceduto dalla preposizione syn (“con”): simpatico è colui che si dimostra capace di “soffrire con” gli altri, o per meglio dire di entrare in contatto con i loro sentimenti. In questi giorni il concetto di simpatia è stato associato alla nostra lingua. E non potrebbe essere altrimenti: da sempre l’italiano è amato nel mondo soprattutto in virtù delle emozioni che suscita. Senza armi, senza piani di conquista: quando si è simpatici non c’è bisogno di eserciti alle spalle.

Commenti

Dante rivisto

Rubriche

La parola del mese

a cura di Alessandro Masi

Sussurrare

La parola del mese

Il verbo latino susurro era una voce onomatopeica, cercava...

Canicola

La parola del mese

Il periodo più torrido dell’anno prende il nome dal termine...

Bibita

La parola del mese

Il termine viene dal latino bibere, così come i suoi ...

Stabilità

La parola del mese

La radice del termine è il verbo latino stare, che rimanda...

Paesaggi italiani

a cura di Lucilla Pizzoli

Paese

Paesaggi italiani

Se dovessimo pensare ad una definizione letteraria per...

CUPOLA

Paesaggi italiani

#PaesaggiUrbani #PaesaggiDaPreservare

Calanchi

Paesaggi italiani, Parole verdi

Cosa hanno in comune Civita di Bagnoregio, Matera, la...

Baia

Paesaggi italiani, Parole verdi

Oltre alle spiagge, le calette e le grotte, l’Italia vanta...

Gioca

Scopriamo insieme...

Gioca, Parole verdi

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Quanto ne sai delle...

Gioca

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Entra nella nostra community