I libri della settimana: Rutelli, Onorati, Farina

 La redazione della Dante consiglia una selezione tra narrativa e saggistica di autori italiani o testi originali in lingua italiana.


Il secolo verdeSchermata 2023-04-26 alle 10.42.35
di Francesco Rutelli
Solferino 2023
304 pagine, 18,50 euro

Siamo a metà del cammino, il traguardo è ancora lontano e il tempo sta per scadere. Dobbiamo agire subito, se vogliamo che il secolo verde – iniziato nel 1970 con il primo Earth Day e destinato a concludersi cento anni dopo, quando l’India, il paese più popoloso del mondo, dovrebbe azzerare le proprie emissioni di anidride carbonica – non si tramuti in un secolo grigio, o addirittura nero.
Ci sono profonde conseguenze del ritorno della guerra nel cuore dell’Europa anche per le politiche energetiche. La transizione ecologica è resa più complicata per l’aprirsi di nuove contrapposizioni geopolitiche. Intanto, ci rendiamo conto degli effetti dei cambiamenti climatici in atto; con eventi estremi sempre più frequenti; siccità prolungate; scioglimento dei ghiacci; migrazioni; carenze produttive e aumenti dei prezzi dell’energia e dei prodotti agricoli, con crescita delle povertà. Eppure, mai come oggi abbiamo a portata di mano strumenti tanto potenti ed efficaci per invertire la rotta, a patto che alla volontà politica dei governanti si unisca il consenso delle opinioni pubbliche, specialmente quando le scelte da compiere si mostrano impopolari.
Perché ciò accada, scrive Francesco Rutelli, dobbiamo porci un grande obiettivo: approfittare della necessità di una rivoluzione green per realizzare la più ambiziosa e articolata politica occupazionale dell’età contemporanea, «approdando alla creazione di nuovi e buoni posti di lavoro “verdi”». Gli enormi passi avanti della ricerca (associati alle trasformazioni tecnologiche in corso) sostenuti dalla vivida sensibilità delle nuove generazioni ai temi ecologici possono imprimere una svolta decisiva a un rinnovamento che è ancora possibile. Ma sbrighiamoci, il tempo sta davvero per finire.

Francesco Rutelli fino al 2013 ha svolto funzioni politiche e istituzionali (deputato, eurodeputato, senatore; vicepresidente del Consiglio e ministro della Cultura). È stato il primo sindaco di Roma eletto dai cittadini (1993-2001).
Tra i suoi libri: Tutte le strade partono da Roma (2020), Roma, Camminando (2022). Oggi è presidente dell’Anica, che rappresenta le industrie del cinema, audiovisivo e digitale. Coordina associazioni e iniziative di volontariato per l’ambiente, il patrimonio culturale e la formazione di giovani, e iniziative private come ESGR per la sostenibilità. Presiede l’Anica Academy e l’Institute of European Democrats (Bruxelles); ha creato il Festival Videocittà; guida il Soft Power Club.


E se Dante intendeva altro?Schermata 2023-04-26 alle 10.43.20
di Aldo Onorati
Edizioni Controluce 2023
15 euro, 196 pagine

La voce dissonante di Aldo Onorati in materia di critica dantesca è già nota a chi abbia avuto modo di imbattersi negli ultimi contributi di lui pubblicati dalla Società Editrice Dante Alighieri, tra cui, per esempio, “Dante e gli omosessuali nella Commedia”, “S. Francesco e San Tommaso visti da Dante: una rivisitazione problematica” e “Notturni”.

In questa sua ultima fatica in ordine di tempo, però, le questioni affrontate sono indagate in modo, per così dire, più pregnante, acuto e articolato, nel senso che l’Autore non ha inteso rivedere singoli temi già trattati, ma esaminarli e arricchirli con uno sguardo più vasto, che spazia su alcuni dei problemi più dibattuti tra gli esegeti di Dante. Tra i quali, tuttavia, alcuni ne accennano appena, altri vi si soffermano quel tanto che basta a instillare un interrogativo nel lettore curioso lasciandolo poi sospeso, altri ancora sembrano ritenerli ormai assodati e risolti e ne accettano la vulgata più diffusa e accreditata dalla critica ufficiale. Temi quali le suggestive e nuove ipotesi sul Veltro, o sulla presenza e l’alta considerazione che Dante mostra verso la donna, riconoscendole una posizione, una capacità di autonome scelte e di espressione della propria volontà – unica ai tempi del poeta; o questioni relative all’identificazione di ‘colui che fece per viltade il gran rifiuto’, non in Celestino V, ma in Ponzio Pilato (di cui Onorati fornisce originale e documentata confutazione della prima ipotesi a favore della seconda).


Cento (e uno) caffè con DanteSchermata 2023-04-26 alle 10.34.34
di Paolo Farina
EtEt Edizioni 2023
20 euro

“Paolo Farina ha raccolto le briciole e le ha distribuite a tutti, ha voluto condividere il testo dantesco ma, soprattutto, la modalità di porgere la sua proposta di lettura della Commedia nella nostra realtà contemporanea. Certo, Dante non avrebbe potuto immaginare di essere fruito nel tempo di un caffè! Eppure, ogni briciola, pur quantitativamente esigua, contiene sostanza e lievito. Un libro agile e gradevole, ma non esilmente lieve, questo di Farina” (Rino Caputo).
“Paolo Farina, pur avendo tutti gli strumenti tecnici del letterato e possedendo un notevole bagaglio di cognizioni linguistiche e filologiche, mette in secondo piano tali questioni, per concentrare la sua e la nostra attenzione sulla bellezza infinita che, tra umano e divino, sgorga dalle pagine del poema” (Sabino Zinni).
“Io credo: se in Dante c’è un seme divino, quel seme deve essere visibile a tutti, credenti e non, da tutti intelletto, per tutti spiegato e da tutti gustato” (L’autore).

Paolo Farina ha insegnato religione cattolica e lettere nei licei e antropologia teologica nella Facoltà Teologica Pugliese. Oggi è dirigente scolastico del CPIA BAT “Gino Strada”.
È fondatore e direttore della testata online “Odysseo, navigatori della conoscenza” (www.odysseo.it). È autore di Simone Weil, la ragionevole follia d'amore (Edigrafital 2000); La preghiera, tra ascolto e lezione (Rotas 2009); Non ci dimenticate. Diario di un cammino di pace tra Palestina e Israele (EtEt 2009); Dio e il male in Simone Weil (Città Nuova 2010); Simone Weil. Dentro e fuori la Chiesa? (Rotas 2011); Jallajalla, Palestina! Quello che i nostri occhi hanno visto (Et/Et 2012); Dire Dio, dire l'uomo (EtEt 2013); Exist is to resist, (Et/Et 2014), In dialogo con Simone Weil. Le provocazioni della "Lettera a un religioso" (Effatà 2014); Trenta giorni in racconti brevi (EtEt 2015); Ti racconto, se vuoi (EtET 2019), Cento caffè di carta (EtEt 2022). 

Commenti

Dante rivisto

Rubriche

La parola del mese

a cura di Alessandro Masi

CULTURA

La parola del mese

La parola di questo mese è Cultura.Il termine deriva dal...

SINCERITA'

La parola del mese

La parola di questo mese è sincerità.

Per i latini la...

ABISSO

La parola del mese, Parole verdi

La parola di questo mese è abisso. Il termine abisso viene...

Solleone

La parola del mese, Parole verdi

Anche se il termine 𝒔𝒐𝒍𝒍𝒆𝒐𝒏𝒆 potrebbe richiamare...

Paesaggi italiani

a cura di Lucilla Pizzoli

Paese

Paesaggi italiani

Se dovessimo pensare ad una definizione letteraria per...

CUPOLA

Paesaggi italiani

#PaesaggiUrbani #PaesaggiDaPreservare

Calanchi

Paesaggi italiani, Parole verdi

Cosa hanno in comune Civita di Bagnoregio, Matera, la...

Baia

Paesaggi italiani, Parole verdi

Oltre alle spiagge, le calette e le grotte, l’Italia vanta...

Gioca

Scopriamo insieme...

Gioca, Parole verdi

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Quanto ne sai delle...

Gioca

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Entra nella nostra community