Parole in burnout

 Una parola che descrive bene lo stress è sicuramente la parola inglese burnout, coniata per la prima volta nel 1974 dallo psicologo statunitense Herbert Freudenberger, e presente anche nel titolo della sua opera Burnout: The High Cost of High Achievement. Il termine, in senso generico, vuol letteralmente dire “bruciato”, “esaurito”, “scoppiato”, ma viene utilizzato in psicologia per descrivere “uno stato particolarmente grave di stress da lavoro correlato”.

Sembra che già negli anni Trenta quest’espressione venisse usata nell’ambiente sportivo in riferimento a quegli atleti che, dopo importanti successi, non riuscivano a mantenere gli elevati standard raggiunti; ma le pubblicazioni di Freudenberger si spostarono rapidamente verso i lavoratori in ambito sanitario, per descrivere una situazione di stress cronico e di insoddisfazione. Negli stessi anni, lo studioso Maslach lo definì una vera e propria sindrome (dal greco “concorrenza, concausa”: sun “insieme” e dromos “corsa”), ossia un insieme di fattori che demotivava in particolar modo i “professionisti dell’aiuto”, come medici e infermieri. Il burnout è infatti tutt’oggi descritto come “un processo in cui si esprime il fallimento dell'attività lavorativa, perdendone di vista lo scopo e il senso di soddisfazione”. La causa è da ricercare nell'assegnazione di carichi di lavoro eccessivi ed estenuanti che generano stress, stanchezza, frustrazione e senso di inadeguatezza. 

Purtroppo, abbiamo avuto un classico esempio di fenomeni di burnout negli anni della pandemia da COVID-19: una ricerca condotta nei primi mesi dell' emergenza dal Centro di Ricerca EngageMinds HUB dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (in collaborazione con la Società Italiana di Management e Leadership in Medicina - SIMM e con il Segretariato Italiano Giovani Medici - S.I.G.M., nell’ambito del progetto "C.O.P.E." Covid19-related Outcomes of health Professionals during the Epidemic) ha evidenziato che il 70% degli operatori sanitari, impegnati a fronteggiare l’emergenza nelle regioni più colpite, ha mostrato i sintomi da burnout come irritabilità, insonnia, incubi notturni, crisi di pianto e tachicardia, misti a comportamenti cinici e ad una sensazione di “svuotamento”.

Oggi, a prescindere dal tipo di professione intrapresa, sembra che, nell’Unione Europea, lo stress legato all’attività lavorativa – che si manifesta quando le richieste superano le proprie possibilità – rappresenti addirittura la seconda malattia professionale più diffusa, dopo i problemi posturali (Indagine di Cigna International Health, 2023). Per questo motivo, è interessante che la ricerca Addressing Burnout Risk in 2022 di Workday abbia evidenziato una serie di azioni che i datori di lavoro possono intraprendere per ridurre il livello di stress dei dipendenti: dalla maggiore attenzione ai loro bisogni, alla risoluzione dei conflitti tramite un dialogo aperto o alla definizione di soddisfacenti obiettivi comuni da raggiungere. Insomma, bisogna riconoscere quanto influisce sulla salute individuale e collettiva il benessere sul luogo di lavoro! A proposito, ricordiamoci che nel 2023 l’OMS ha dedicato la Giornata Mondiale della Salute Mentale (10 ottobre) alla sensibilizzazione di quanto la salute mentale si un vero e proprio diritto umano universale

Commenti

Dante rivisto

Rubriche

La parola del mese

a cura di Alessandro Masi

CULTURA

La parola del mese

La parola di questo mese è Cultura.Il termine deriva dal...

SINCERITA'

La parola del mese

La parola di questo mese è sincerità.

Per i latini la...

ABISSO

La parola del mese, Parole verdi

La parola di questo mese è abisso. Il termine abisso viene...

Solleone

La parola del mese, Parole verdi

Anche se il termine 𝒔𝒐𝒍𝒍𝒆𝒐𝒏𝒆 potrebbe richiamare...

Paesaggi italiani

a cura di Lucilla Pizzoli

Paese

Paesaggi italiani

Se dovessimo pensare ad una definizione letteraria per...

CUPOLA

Paesaggi italiani

#PaesaggiUrbani #PaesaggiDaPreservare

Calanchi

Paesaggi italiani, Parole verdi

Cosa hanno in comune Civita di Bagnoregio, Matera, la...

Baia

Paesaggi italiani, Parole verdi

Oltre alle spiagge, le calette e le grotte, l’Italia vanta...

Gioca

Scopriamo insieme...

Gioca, Parole verdi

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Quanto ne sai delle...

Gioca

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Entra nella nostra community