Video interattivi: la nuova frontiera dell’apprendimento?

Dagli anni ottanta del Novecento, con il lancio dei primi computer con interfacce grafiche che facilitavano l’interazione dell’utente, i programmi educativi che si avvalevano di supporti audio e video hanno iniziato a essere utilizzati come strumenti di affiancamento alla didattica e di facilitazione dell’apprendimento di diverse discipline in diversi ambiti professionali. Negli anni, anche grazie all’avvento di internet e dell’e-learning, l’approccio si è focalizzato sempre di più sull’utente e lo studente è diventato vero e proprio centro dell’apprendimento, grazie all’interazione continua con docenti, tutor e altri studenti attraverso community di confronto e dialogo, ma anche attraverso l’uso di strumenti innovativi e coinvolgenti.
Uno degli strumenti che sta rapidamente prendendo piede nel settore dell’e-learning è quello dei video interattivi, in cui l’utente può interagire con i contenuti secondo un meccanismo abbastanza semplice: il video porta avanti una narrazione offrendo differenti possibilità di scelta per orientare la storia.
La diffusione del digitale pone l’utente al centro della scena e lo trasforma da soggetto passivo a soggetto attivo. In questo senso i video interattivi permettono un alto coinvolgimento dei fruitori che hanno la possibilità di guidare la narrazione e di ricevere risposte immediate ai propri bisogni, contribuendo alla definizione del proprio percorso formativo.
Quest’ambito di applicazione è molto utilizzato nelle aziende, come strumento di formazione interna e come mezzo per diffondere informazioni e contenuti di valore sui propri prodotti verso altre aziende o verso i consumatori.
Il video interattivo, inoltre, per la semplicità di fruizione, il coinvolgimento dell'utente e un alto livello di personalizzazione, si adatta facilmente a qualsiasi contesto e settore, spaziando dall’apprendimento riservato ai bambini, all’ambito scolastico e accademico, ai corsi professionali per adulti.
Le possibilità d’interazione e i casi di applicazione di questa tipologia di video, insomma, possono essere molteplici e permettere di fornire all’utente un’esperienza altamente immersiva che garantisce un livello di attenzione superiore a quello dei normali video, proprio grazie alla partecipazione attiva e al legame con il gioco e con il divertimento.

Commenti

Dante rivisto

Rubriche

La parola del mese

a cura di Alessandro Masi

Stabilità

La parola del mese

La radice del termine è il verbo latino stare, che rimanda...

Pianeta

La parola del mese

L’origine del termine, come spesso capita per le parole di...

Simpatia

La parola del mese

Il termine proviene dal verbo greco pathein (“soffrire”)...

Sport

La parola del mese

Ha fatto diversi giri di pista: dall’italiano diporto è...

Paesaggi italiani

a cura di Lucilla Pizzoli

#ParoleVerdi -...

Paesaggi italiani

Cosa hanno in comune Civita di Bagnoregio, Matera, la...

BAIA

Paesaggi italiani

Oltre alle spiagge, le calette e le grotte, l’Italia vanta...

Palazzo

Paesaggi italiani

Chi di noi vive in un appartamento è probabile che sia...

Nuraghe

Paesaggi italiani

La Sardegna ne ha oltre seimila e ne va estremamente fiera,...

Gioca

Quanto ne sai delle...

Gioca

La Società Dante Alighieri, in collaborazione con il...

Entra nella nostra community